Auto storiche - Bollo Auto

Come ottenere una riduzione o un’esenzione dal bollo per la tua auto o moto storica

Fino al 31 dicembre del 2014 era in vigore la legge 342/2000 che all’articolo 63 prevedeva, anche per i veicoli con più di vent’anni e di particolare interesse storico e collezionistico, l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica. L’importante era che il veicolo fosse in possesso dell’attestato di storicità rilasciato dall’ASI (Automobil Club Storico Italiano) e, per i motoveicoli, che fosse inserito nell’elenco pubblicato sul sito della FMI (Federazione Motociclistica Italiana).

Il primo gennaio 2015 è entrata in vigore la Legge n. 190 del 23 dicembre 2014 (nota come Legge di stabilità per il 2015), che prevede delle modifiche alla precedente legge sulle esenzioni da bollo per i veicoli storici.
A partire dal 1° Gennaio 2015 tutti i veicoli di età compresa tra i 20 e i 29 anni sono soggetti al pagamento della normale tassa automobilistica con competenza regionale.

Si tratta di una Legge nazionale sulla quale le singole Regioni non hanno potere: pur controllando esse stesse il versamento del bollo auto, in caso di mancato pagamento i trasgressori violerebbero una Legge dello Stato. Quindi anche quelle Regioni che inizialmente avevano annunciato che avrebbero mantenuto l’esenzione dal bollo anche per i veicoli costruiti da meno di trent’anni, come previsto dalla vecchia legge, hanno poi dovuto adeguarsi alla Legge di Stabilità del 2015. Il motivo è presto detto: la Tassa Automobilistica è una tassa erariale cioè statale, anche se dal 1999 il gettito e il controllo sono stati trasferiti alle Regioni e alle Province Autonome.

Dal primo gennaio 2015 quindi, tutti i veicoli compresi tra i 20 e i 29 anni di età che fino al 2014 godevano dell’esenzione sul bollo auto devono invece corrispondere la tassa automobilistica seguendo scadenze diversificate:

  • le autovetture e gli autoveicoli per trasporto promiscuo con potenza effettiva superiore ai 35 kW o a 47 CV (con potenza fiscale superiore a 9 cavalli se immatricolati fino al 31 dicembre 1997) devono pagare il bollo annuale entro il 2 febbraio 2015 per la periodicità gennaio – dicembre 2015 e tale periodicità gennaio – dicembre sarà la stessa per ogni anno a venire fino al compimento del 29° anno (incluso);
  • le autovetture e gli autoveicoli per trasporto promiscuo con potenza effettiva fino a 35 KW o a 47 CV (o con potenza fiscale fino ai 9 cavalli se immatricolati fino al 31 dicembre 1997) e tutti i motoveicoli devono corrispondere il primo bollo di raccordo con periodicità gennaio – luglio 2015 entro il 2 febbraio 2015, poi successivamente andrà pagato il bollo annuale valido da agosto 2015 a luglio 2016. Negli anni successivi la periodicità annuale del bollo sarà sempre da agosto a luglio dell’anno seguente.

Esenzione bollo auto per veicoli ultra-trentennali

Per le auto e le moto storiche ultratrentennali restano in vigore le disposizioni decise dalla Legge 342 del 2000, ovvero continuano a essere esenti dal pagamento del bollo auto tutti i veicoli a partire dall’anno in cui compiono il loro trentesimo anno di età. L’importante è che, oltre ad essere costruiti da trent’anni, non siano utilizzati per scopi professionali o nell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni.

L’esenzione parte in automatico, non c’è bisogno di presentare domande o documentazione e neppure è necessario che siano iscritti in un registro storico.

Tassa di circolazione forfettaria per veicoli storici ultratrentennale

Nel caso in cui il tuo veicolo storico venga posto in circolazione su strade e aree pubbliche, devi pagare una tassa di circolazione forfettaria con importi che variano da regione a regione.
La tassa ha durata annuale con scadenza sempre il 31 dicembre e in caso di pagamento in ritardo non è prevista alcuna mora. Devi portare con te la ricevuta dell’avvenuto pagamento della tassa di circolazione ed esibirla agli organi di polizia in caso di controlli.

Per saperne di più sul pagamento del bollo, le scadenze e le sanzioni previste visita le pagine dedicate.

mappa
| P.I. 04733391009 | © Copyright 2017 Sermetra S.Cons.p.A.