Revisioni

La revisione dei veicoli è un controllo di carattere tecnico finalizzato a verificare i requisiti di idoneità alla circolazione. Tali requisiti devono essere integri e conservati nel tempo, così come accertati in sede di omologazione, ovvero all’inizio della vita del veicolo. In difetto di idoneità, il veicolo potrebbe non garantire gli stessi standard di sicurezza stradale, per le persone a bordo e per gli altri. La revisione si applica alla quasi totalità dei veicoli a motore, ma anche a rimorchi e semirimorchi. La revisione può avere una periodicità stabilita per legge oppure essere ordinata in seguito a un determinato evento (es. controllo delle forze di Polizia o a seguito di incidente).
 

Quando fare la revisione

Per quanto concerne le autovetture, gli autocaravan, gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale (con una massa complessiva non oltre i 3.500 Kg), per motoveicoli e ciclomotori (disposizione del 2003) vale la stessa periodicità. Dovrai effettuare obbligatoriamente la prima revisione dopo 4 anni dalla prima immatricolazione. Per la precisione, entro il mese di rilascio della carta di circolazione. Ad esempio, se il tuo veicolo è stato immatricolato il 15 gennaio del 2015, dovrai effettuare la revisione entro il 31 gennaio del 2019.

Per quanto attiene alle successive revisioni, dovrai effettuarle ogni due anni. Anche in questo caso, dovrai effettuare la nuova revisione entro la fine del mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l'ultima revisione (nell’esempio precedente, la seconda revisione va effettuata entro il 31 gennaio 2021).

La revisione andrà invece effettuata obbligatoriamente ogni anno per queste altre categorie di veicoli: auto adibite al servizio taxi, al noleggio con conducente, autoveicoli, autocarri e rimorchi di peso complessivo oltre i 3.500 kg, autobus, autoambulanze e veicoli atipici. Rientrano in quest’ultima categoria tutte le auto elettriche leggere o le auto speciali.
 

Revisione singola o a chiamata straordinaria

Alle volte, la Motorizzazione Civile di competenza può richiedere la "revisione singola" del veicolo. Questo provvedimento può essere dovuto a:

  • Segnalazione degli organi di Polizia stradale nel caso sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti di sicurezza, rumorosità ed inquinamento (art. 80 comma 5 del CdS). In questo caso, il controllo effettuato è parziale e serve a fugare ogni dubbio;
  • Segnalazione degli organi di polizia, nei casi di incidenti stradali che riportino danni gravi ai veicoli coinvolti. In questo caso dovrai sottoporre il tuo veicolo alla revisione per un controllo completo (art. 80 comma 7 del CdS);
  • Controllo a campione, che investe i veicoli revisionati presso officine autorizzate all’esecuzione delle revisioni (art. 80 comma 10 del CdS).

In questi casi, dovrai effettuare le riparazioni opportune e procedere alla revisione. L’Agenzia di pratiche auto Sermetra ti seguirà passo dopo passo.
 

Dove fare la revisione

La tua auto viene fisicamente portata presso gli spazi della Motorizzazione Civile o presso officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti. Nel primo caso, è necessario compilare un modello (MC 2100) e allegare un’attestazione di versamento, prenotando la “visita”. Sono tutte pratiche di cui si occuperà l’Agenzia Sermetra per tuo conto, semplificando molto e facendoti perdere meno tempo possibile.
 

Gli esiti della revisione

La visita della revisione può avere diversi esiti.

  • Revisione con esito “regolare”: in questo caso, alla tua auto viene rilasciata una etichetta adesiva che riporta l’esito della revisione e sarà applicata sulla carta di circolazione.

  • Revisione con esito “ripetere”: in questo caso significa che sono state riscontrate anomalie non gravi e che dovrai eseguire opportune riparazioni agli impianti che sono stati segnalati come non efficienti. Dopo avere effettuato gli interventi, potrai ripetere la revisione entro un mese. In questo lasso di tempo il veicolo può circolare solo dopo che siano stati sistemati i problemi riscontrati.

  • Revisione con esito “sospeso”, significa che dovrai eseguire le opportune riparazioni e presentare nuovamente la richiesta di revisione. Potrai circolare con il tuo veicolo a velocità di non oltre 40 chilometri orari, per andare dal meccanico. Una volta riparato il veicolo potrai circolare solo il giorno previsto per la nuova revisione per recarti alla Motorizzazione. Senza un esito “regolare” della revisione, il tuo veicolo non potrà circolare ulteriormente.

Sanzioni per la mancata revisione

La sanzione prevista per chi circola senza la revisione in regola è di 169 euro, che diventano 336 se la revisione non è stata effettuata per più di una volta.

L’articolo 80 del Codice della Strada prevede che il veicolo venga sospeso dalla circolazione, l’agente che accerta l’illecito appone una annotazione specifica sulla carta di circolazione. A quel punto potrai guidare il veicolo unicamente per recarti in officina a effettuare la revisione oppure fino a casa.

Se vieni sorpreso a circolare durante il periodo di sospensione la sanzione minima è di 1.957 euro, con un fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni.


Per la revisione del tuo veicolo rivolgiti ad'Agenzia Sermetra. Cerca quella più vicina a te.

mappa
| P.I. 04733391009 | © Copyright 2017 Sermetra S.Cons.p.A.