Trasporto merci

Il trasporto merci è un trasferimento di beni tra un venditore e un acquirente. Può avvenire per conto di terzi e consiste in una vera e propria attività imprenditoriale volta al trasferimento di cose mediante autoveicoli, dietro pagamento di un corrispettivo. Il trasporto merci in conto proprio invece consiste nell’attività di trasporto di cose eseguito da persone fisiche ovvero da persone giuridiche, enti privati o pubblici, qualunque sia la loro natura, per esigenze proprie, quindi connesse alla propria attività.

  • Conto Proprio
    L’attività di trasporto in conto proprio è disciplinata dall’art. 31 della legge n. 298/74. Per esercitare la professione di autotrasportatore di cose per conto proprio devi possedere obbligatoriamente un’apposita licenza rilasciata dall'Amministrazione Provinciale, competente per territorio, a cui va indirizzata la domanda di rilascio.
  • Conto Terzi
    Per esercitare l’attività di autotrasporto di cose per conto di terzi è bene che tu sappia che quest’attività è disciplinata dal Regolamento Europeo (CE) n. 1071/2009 e dalla Legge n. 35 del 04/04/2012 e successive disposizioni applicative. In base alla tipologia del carico dell’autoveicolo è necessario il rispetto di alcuni requisiti.


Per lo svolgimento di attività di carattere professionale legate all'autotrasporto è necessario essere in possesso della Carta di Qualificazione del Conducente (detta anche CQC), un certificato di qualificazione professionale, da aggiungere alla patente di guida.

Per quanto riguarda il trasporto di merci pericolose, la disciplina di riferimento è l’ADR, acronimo di Accord européen relatif au transport international des marchandises Dangereuses par Route, un accordo europeo relativo ai trasporti internazionali di merci pericolose su strada, ratificato in Italia con la legge n. 1839 del 12 Agosto 1962 e aggiornato ogni due anni.

mappa
| P.I. 04733391009 | © Copyright 2016 Sermetra S.Cons.p.A.