Storie di successo #4 | Lorenzo Di Pietro

Latina (LT)
Agenzia Pratiche Auto a Latina: il Socio Sermetra Lorenzo DI Pietro

La rubrica #StorieDiSuccesso oggi ci porta nel Lazio, dove incontriamo Lorenzo Di Pietro. Giovane titolare dell’omonima agenzia di Pratiche Auto a Latina, Lorenzo è CCT della regione.

La ricetta perfetta di un’agenzia di Pratiche Auto di successo? Disponibilità, formazione continua, passione e intraprendenza. Tutte caratteristiche che abbiamo trovato in Lorenzo, titolare dell’Agenzia Di Pietro Lorenzo e Leonardo a Latina.

Ciao, Lorenzo. Ci racconti come è iniziata la tua avventura in Sermetra?

Possiamo dire che la mia famiglia è stata tra i Soci fondatori del Consorzio Sermetra! Mio padre portò l’agenzia nel Consorzio proprio quando stava nascendo, poco dopo il 1994.

L’azienda oggi è guidata da me e mio fratello, prima era nelle mani di mio padre e prima ancora in quelle di mio nonno. Quando ho iniziato a lavorare in agenzia, eravamo già Soci.

Se facciamo un salto a qualche annetto dopo, precisamente nell’estate del 2018, ricordo di aver ricevuto una telefonata da parte di Liliana Allena, presidente del Consorzio. Ci siamo presentati, mi ha raccontato un po’ di lei e io le ho parlato della mia esperienza in Sermetra.

Ricordo che a un certo punto mi disse: “Stiamo cercando figure giovani per proiettare il Consorzio verso il futuro”. Così mi mi ha invitato a ricoprire l’incarico di CCT della Regione Lazio.

Di che cosa si occupa un CCT?

Si tratta di un ruolo di raccordo tra il Consiglio di Amministrazione e tutti i Soci del territorio: un impegno, sicuramente, ma anche un’opportunità che mi sono sentito di sfruttare. Non che io abbia accesso a chissà quali segreti! Sono un Socio come ogni altro, metto a disposizione il mio ruolo e il mio tempo per essere di supporto e coordinare i lavori delle altre agenzie del territorio.

Tornando per un istante al Consorzio, quali sono le occasioni principali di incontro tra i Soci?

Direi che principalmente sono due. Le Assemblee dei Soci e gli incontri con gli altri CCT. Durante le Assemblee ci sono senz’altro più persone, tutti i Soci sono invitati. Abbiamo modo di confrontarci con i colleghi, dialogare, scambiarci opinioni ed esperienze.

Gli incontri con gli altri CCT sono un’occasione più raccolta, ci sono meno persone. Seguiamo anche percorsi di crescita. Condividiamo a tu per tu singole esperienze, singoli pensieri sul futuro del Consorzio.

Ci sono poi innumerevoli altri momenti di incontro, e accadono su base quotidiana. Ci si sente al telefono, per esempio, quando abbiamo bisogno di un confronto o di un consiglio.

Siamo una realtà che abbraccia più di 1.200 agenzie in tutta Italia, il fondamento di Sermetra è la mutualità: l’esperienza di un Socio è l’esperienza di tutti, questa è la nostra forza!

La tua era un’agenzia a conduzione famigliare, quindi immagino fossi abituato all’ambiente dell’ufficio fin da bambino. Pensavi che avresti seguito le orme paterne o avevi altri progetti da piccolo?

Devo fare una confessione: no! D’altra parte, chi da piccolo sogna di diventare titolare di un’Agenzia di Pratiche Auto? Mi ci sono ritrovato. Preso il diploma a 19 anni, ho iniziato l’Università, Ingegneria. Ho dato il mio primo esame, ho preso 30, mi sono sentito realizzato e… ho deciso di abbandonare gli studi!

A parte gli scherzi, una serie di circostanze all’interno dell’azienda di mio padre hanno fatto sì che io entrassi poco alla volta nelle dinamiche d’ufficio. Ho iniziato a imparare un mestiere, parliamo ormai di 10 anni fa, quando gli strascichi di una grande crisi, quella del 2009, rendevano questa opportunità davvero importante. Mi sono detto: “Cerchiamo di imparare quello che c’è attualmente, e poi valuteremo”. Poi, di fatto, sono rimasto a fare questa professione.
Agenzia Pratiche Auto a Latina: lo staff dell'Agenzia Di Pietro, avventura di famiglia da oltre 50 anni
Ho imparato dall’interno, grazie a mio padre e a una collega storica che ci accompagna da quasi trent’anni. Una mamma lavorativa, così la chiamo. Devo dire che ho appreso molto e sono davvero riconoscente a entrambi.

Pensa che quando sono entrato c’era anche mia nonna, andata in pensione poi nel 2014. Oggi siamo io, mio padre, mio fratello e la collega di cui parlavo prima. Abbiamo anche altri due collaboratori.

Una giornata tipo in agenzia?

Mi sveglio, arrivo in ufficio presto, attivo e verifico i sistemi necessari per le attività, e poi esco alla sera verso le otto. Ormai da quattro anni pranzo in ufficio, da quando sono state introdotte le modifiche al Documento Unico.

In realtà lo facciamo tutti, abbiamo scelto di approfittare della chiusura al pubblico per dedicarci a tutte quelle attività che le novità normative hanno reso per noi quotidiane. Sistemiamo a backoffice tutto quello che c’è da sistemare: e intanto condividiamo il pranzo, chiacchieriamo e viviamo il gruppo di lavoro in modo più leggero.

Lavoriamo da lunedì a venerdì e sabato mattina. Poi mi concedo sabato pomeriggio e domenica per staccare, a meno che non ci siano corsi o incontri in Sermetra.

In Agenzia avete un piccolo rito, un’abitudine che vi aiuti a mantenere lo spirito del gruppo?

La pausa caffè. È una cosa molto italiana e molto comune, forse, ma per noi è importante. Ci consente di staccare, di chiacchierare di qualcosa al di là delle Pratiche Auto e poi di ripartire con più energia di prima.

Qual è stato il tuo primo approccio al lavoro in agenzia?

Quando ho iniziato, nel 2012, il mio approccio all’agenzia è stato… fuori dall’agenzia! Il mio incarico era quello di andare negli uffici pubblici. Se possiamo parlare di missione, quella di Sermetra è anche essere un punto di contatto tra cittadini e Pubblica Amministrazione. Così mi sono fatto le ossa, possiamo dire, proprio al Pubblico Registro Automobilistico e in Motorizzazione. Per capire come funzionavano, per conoscere i referenti, per crescere professionalmente e per imparare a relazionarmi con loro.

Oggi c’è una collega che si occupa principalmente di relazioni con gli uffici pubblici, io invece resto più all’interno dell’agenzia. Curo la relazione con i clienti, quelli storici, quelli nuovi, tutti coloro che si rivolgono a noi per le pratiche anche per la prima volta.

Perché secondo te un collega di un’Agenzia di Pratiche Auto non ancora consorziato dovrebbe entrare a far parte di Sermetra?

Credo che troverebbe un ambiente basato sulla mutualità. Un Consorzio fatto di persone, di professionisti, in grado di abbracciare tutti i Soci. Una realtà capace di offrire risposte non soltanto per l’automotive, ma anche per le imprese, con servizi dedicati.

Spesso si pensa che Sermetra proponga solo servizi legati al mondo delle Pratiche Auto. In realtà noi andiamo molto oltre. Visura camerale, attivazione SPID e molti altri servizi per le imprese.

Il Consorzio Sermetra è fatto di persone. Persone gentili, persone disponibili, persone professionali. Molti colleghi li ho conosciuti di persona. E c’è sempre qualcosa da imparare e da condividere con loro.

Sermetra, oltre a essere una rete di agenzie e di imprese, è una rete di persone.

A proposito del Consorzio Sermetra: se dovessi descriverlo con una sola parola, quale sceglieresti?

Mutualità. Oppure condivisione. Uno spirito comune che appartiene a tutti i soci. Io vivo così il Consorzio.

Chi porta un amico, trova un tesoro

In questi dieci anni avrai avuto modo di confrontarti con moltissime persone e con moltissime pratiche. C’è un episodio divertente o emozionante della vita in agenzia che ti va di raccontarci?

Vi posso raccontare questa cosa. All’inizio, i primi giorni di lavoro, quando entrava un cliente e aveva una serie di domande incalzanti, la prima cosa che mi veniva da fare era voltarmi per cercare supporto in mio padre o nei colleghi. Sai, da novizio spesso ci sono tante cose da imparare e non era sempre facile essere pronti a rispondere a tutto.

Ricordo quasi con tenerezza quei momenti. La disperata richiesta di supporto fatta senza parole, solo con lo sguardo!

Oggi la situazione si è ribaltata. Quando tecnicamente ci sono richieste da approfondire, sono i colleghi a girarsi verso di me per chiedere supporto.

Un episodio emozionante, invece? Una volta entra un cliente che ha un problema con una pratica, e ha già provato a risolverlo altrove senza successo. Si ferma appena varcata la soglia e dice: “Solo voi potete aiutarmi a risolvere questa pratica”.

È motivo di orgoglio, quando succede. Perché significa che il pubblico apprezza quello che facciamo e ritiene che il Consorzio Sermetra offra un servizio di livello. Che sia vicino alle sue esigenze. Che sia affidabile, concreto e preciso.

Quali sono i servizi più richiesti nella tua agenzia?

Tutto quello che riguarda le pratiche automobilistiche, ma in particolare tasse automobilistiche, bolli e pratiche patente. E a proposito di patente, noi prima di essere agenzia eravamo proprio autoscuola. Ho delle foto del mio bisnonno che nel 1948 ha fondato l’agenzia. Mio nonno e suo fratello l’hanno ereditata e trasformata anche in autoscuola. Per 40 anni sono andati avanti così.

Poi, negli anni ’80, i 40 metri quadri degli uffici erano diventati un po’ piccoli per riuscire a fare sia autoscuola che agenzia, così mio nonno e mio zio hanno deciso di separare l’azienda in due attività distinte. Nella sede storica siamo rimasti noi, in quella nuova si sono trasferiti il mio prozio e alcuni collaboratori.

Io sono nato, diciamo, nel ramo famigliare dedicato alle Pratiche Auto. Se avessi seguito le orme del mio prozio probabilmente oggi mi occuperei di corsi per il rilascio della patente!

Vi ho raccontato questa parte della storia della nostra agenzia perché oggi, tra i servizi più richiesti, ci sono tutte quelle pratiche legate alla patente. Credo sia un po’ un’eredità di quello che la mia famiglia ha fatto per molti anni. Tanti tra coloro che avevano preso la patente da noi, negli anni in cui ancora le rilasciavamo, hanno continuato per anni a venire qui per il rinnovo o per tutte le pratiche collegate.

Mettiamo che oggi partiamo e veniamo a trovarti a Latina: che cosa ci consiglieresti di visitare o vedere nella tua zona?

Non solo Pratiche Auto Latina: tra i luoghi da visitare nei paraggi, i meravigliosi Giardini di Ninfa

Latina è una città nata nel 1932, è giovanissima. Non ha un patrimonio storico particolarmente ricco. Eppure, siamo a due passi dal mare, mare che ha ricevuto la bandiera blu. Sicuramente il territorio che circonda Latina è ricco di posti bellissimi: i laghi costieri di Sabaudia, tanto per citarne alcuni. Sermoneta, altra località a due passi davvero incantevole. O il Giardino di Ninfa, a Cisterna di Latina: se non ci siete mai stati, la tappa è d’obbligo.

Grazie per la tua disponibilità e per il tempo che ci hai dedicato. Vuoi aggiungere qualcosa prima di salutarci?

Vorrei ringraziare tutto lo staff dell’Agenzia, perché insieme ogni giorno diamo un piccolo contributo al successo del Consorzio.

Sicuramente un ringraziamento speciale a mio padre, che mi ha insegnato tanto.

Posso estendere il saluto a tutto il Consorzio Sermetra? È davvero una grande famiglia: unita, coesa e piena di persone sempre disposte a offrire supporto e condividere la propria esperienza per crescere gli uni al fianco degli altri.